Academic journal article Italica

I Sei Personaggi Siamo Noi: Pirandello, O la Metamorfosi Degli Studenti Nel Laboratorio Teatrale in Italiano

Academic journal article Italica

I Sei Personaggi Siamo Noi: Pirandello, O la Metamorfosi Degli Studenti Nel Laboratorio Teatrale in Italiano

Article excerpt

SEI PERSONAGGI: UNA SCELTA D'AUTORE

Il gradiente culturale, letterario e linguistico del laboratorio teatrale

Nella prefazione ai Sei personaggi in cerca d'autore, disinvolta cornice metanarrativa in cui si introduce come autore, narratore e personaggio, Pirandello afferma di aver scritto questo dramma per uscire da un incubo (Maschere nude 57-59). Quando il programma di italiano della University of Pennsylvania mi ha proposto di utilizzare i Sei personaggi nel laboratorio teatrale per gli studenti del terzo anno di italiano, devo ammettere di esserci precipitata in quell'incubo. (1) La "commedia da fare" (Maschere nude 69), con i suoi molteplici punti di vista e interrogativi estetici, costituisce una vera sfida sul piano pedagogico: come avrebbero potuto, gli studenti, leggere integralmente i Sei personaggi, opera cerebrale, difficile anche per un madre lingua, capirne la struttura e i conflitti di senso, inserirla in un quadro di riferimento storico-letterario, adattarla per la scena e infine produrre uno spettacolo pubblico, il tutto in italiano e senza perdere di vista il perfezionamento delle abilita linguistiche? Per un corso diretto a studenti appena usciti da quattro semestri di studio dell'italiano, sono obiettivi davvero ambiziosi. I Sei personaggi e considerato un testo canonico da proporre nell'ambito dei programmi di teatro in lingua inglese o nei programmi di dottorato. E anche in questi casi, a volte gli studenti incontrano difficolta di comprensione e rischiano di concentrare l'attenzione sulla "cornice" o sugli aspetti drammatici della vicenda, senza giungere ad un'intelligenza profonda delle implicazioni filosofiche, estetiche e di genere che legano le parti dell'opera, varie e complesse (Ragusa, "Teaching Six Characters" 10).

Cio nonostante, e non sembri un paradosso, proprio la complessita filosofica e le difficolta linguistiche e stilistiche di questo testo polifonico e straniante hanno determinato l'esito altamente positivo del laboratorio teatrale sui Sei personaggi, tenuto nella primavera del 2003. Uesperienza del laboratorio ha dimostrato che, quando la componente letteraria e quella culturale si combinano con l'interazione linguistica, replicando le condizioni di apprendimento in una situazione di full immersion, in cui la lingua viene usata come mezzo per giungere all'obiettivo della performance finale, allora la difficolta linguistica, la letterarieta e le implicazioni culturali del testo si riverberano in modo molto positivo sugli studenti. Il successo del laboratorio teatrale sui Sei personaggi, insomma, sembra dipendere proprio dall'equilibrio ottimale del gradiente letterario, culturale e linguistico, elementi che nella forma teatrale si intersecano in modo naturale.

La questione dell'integrazione fra letteratura e comunicazione linguistica, di importanza primaria nella forma teatrale in lingua straniera, e stata anapiamente trattata dai linguisti. Byrnes dimostra che e non solo auspicabile, ma possibile coniugare gli aspetti linguistico-comunicativi con l'analisi dei testi letterari, anche a partire dalle fasi inziali di apprendimento della lingua. Secondo Kramsch ("Literary Texts in the Classroom") la lettura dei testi letterari, se affrontata in una prospettiva costruttivista che ponga lo studente al centro del processo di apprendimento, puo condurre ad apprezzare la letteratura, a promuovere interessi piu ampi, nonche ad affinare le conoscenze linguistiche. Duff e Maley (6) aftermano che i testi letterari arricchiscono il curriculum di contenuti non triviali, offrono agli studenti la possibilita di discutere temi di valore esistenziale e introducono nel lavoro di classe creativita ed espressione.

Kneepkens e Zwaan, e pith recentemente Hall hanno messo in rilievo il ruolo positivo delle emozioni nella lettura dei testi letterari. Dalla prospettiva psicolinguistica, Kneepkens e Zwaan sottolineano l'importanza dell'impatto emotivo suscitato nello studente dal testo letterario e distinguono diversi tipi di emozioni, che possono promuovere la comprensione e l'apprezzamento del testo letterario sia nei suoi aspetti di contenuto che di retorica e stile. …

Search by... Author
Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

Oops!

An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.