Academic journal article Italica

Approssimazione Al Sistema Semantico-Stilistico del Sentimento del Tempo Di Ungaretti

Academic journal article Italica

Approssimazione Al Sistema Semantico-Stilistico del Sentimento del Tempo Di Ungaretti

Article excerpt

Genesi e caratteristiche dell'opera

Sentimento del Tempo (articolato in sette sezioni: Prime, La Fine di Crono, Sogni e Accordi, Leggende, Inni, La morte meditata, L'amore) nasce da successive stratificazioni di gruppi di poesie pubblicate in riviste, soprattutto francesi, e sottoposte ad un accanito lavoro di distillazione stilistica e ristrutturazione (attuato, per alcuni testi, con il rovesciamento della scrittura dialogica in quella monofonica).

Il primo nucleo del Sentimento, inserito dal poeta nella sezione Prime, e costituito dal gruppo di poesie apparse nell'edizione del Porto Sepolto realizzata a La Spezia dalla Stamperia Apuana nel 1923: O notte, Paesaggio (la cui prima redazione era gia apparsa nel fascicolo di gennaio-febbraio 1921 della Ronda), Le stagioni, Silenzio in Liguria, Alia noia, Sirene (da una cui successiva piu ampia redazione, in Solaria [Firenze] dicembre 1928, scaturira anche Danni con fantasia), mentre nel numero del 25 marzo 1924 della rivista Il Convegno di Milano e pubblicata Sera, prima versione di Ricordo d'Affrica.

Nel numero IV, Printemps 1925, della rivista parigina Commerce appare, col titolo generale di Appunti per una poesia, un altro consistente gruppo di composizioni (in cui viene sperimentata la strutturazione polifonica dei testi), comprendente Nascita d'aurora (da cui saranno staccate, oltre alla poesia omonima, Aprile e Apollo), Giugno ed una seconda Sera (che riprendono, rispettivamente, i versi 2-8 della seconda parte, e 1-7 della terza della edizione spezzina delle Stagioni, nella cui stesura definitiva rifluiranno), Roma (che sara tripartita in D'agosto, Un lembo d'aria, Ogni grigio), Usignuolo (che deriva dall'aggregazione della prima Sera e di altri due versi nuovi, e che sara poi definitivamente bipartita in Ricordo d'Affrica e Una colomba) e Lido (che sara sdoppiata nell'omonima poesia e in Leda, e che trovera anche un'ulteriore eco in Lago luna alba notte) ed, infine, Inno alia morte: poesie tutte confluite nella sezione La Fine di Crono, ad eccezione di Ricordo d'Affrica, e delle predette Giugno e la seconda Sera (in Prime).

Sempre nella rivista francese Commerce, nel numero XII, Ete 1927, con il titolo bilingue: Appunti per una poesia/Notes pour une poesie, vengono pubblicati, nella doppia versione italiana e francese, i testi di Sogno/ Songe (da cui deriveranno il v.5 di Ultimo quarto, e, soprattutto dalla versione francese e attraverso una profonda rielaborazione, Eco, mentre la prima quartina della poesia e rifluita in Sogno delle Poesie disperse), di un secondo Sogno/Songe (che prendera il titolo definitivo di Statua), La fine di Crono/La fin de Chronos, L'isola/L'ile, Colore/Couleur (che diventera Due note), Il capitano/Le capitaine, Aura/Urne (da cui deriveranno Aura e la cellula iniziale di Ombra. Tali poesie verranno inserite nella definitiva sezione di Sogni e accordi, ad eccezione dell'Isola e della Fine di Crono (nell'omonima sezione) e del Capitano (in Leggende).

Nella milanese Fiera Letteraria del 16 ottobre 1927, sempre col titolo complessivo di Appunti per una poesia, oltre a Nascita d'aurora, alla elaborazione di Ombre ad Apollo, sono pubblicate un'altra Sera e Pace (entrambe derivanti da Roma e che poi rifluiranno unite in Ogni grigio), Sogno, Stelle e luna (che poi prendera il titolo di Stelle) e Fonte: tutte queste poesie, ad eccezione della Nascita e di Ogni grigio, verranno inserite nella sezione Sogni e accordi.

Nel 1928, nella Nouvelle Revue Francaise, XXXI, appaiono, col titolo generale di Hymnes, i testi, in francese, di Hymne a la Pitie (poi intitolato La pieta), Priere (poi La preghiera), Hymne a la mort, Trois notes (tripartito in Rosso e azzurro, Grido, e Sereno), e, in "Le Roseau d'Or" 1930, Cain (in cui si individuano il nucleo originario di Caino ma anche la ripresa e la variazione di alcuni versi di una poesia del 1922: Alla noia, (1) e tali poesie costituiranno ad eccezione dell'Hymne a la mort (diverso da quello di Commerce 1925) e di Trois notes, il nucleo fondamentale degli Inni. …

Search by... Author
Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

Oops!

An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.