Academic journal article Annali d'Italianistica

Il Memoriale: La Parabola Testimoniale E I Confini Della Memoria

Academic journal article Annali d'Italianistica

Il Memoriale: La Parabola Testimoniale E I Confini Della Memoria

Article excerpt

A cosa puo servire ricordare un passato che non puo diventare presente? (W. H. Auden)

Nella critica contemporanea, il memoriale e designato con l'espressione "letteratura della memoria": scrittura volta all'evocazione o alla ricerca di un "tempo ritrovato," i cui miraggi illuminano il "tempo presente" della narrazione. (1) Nel memoriale si intersecano e si combinano eventi che la memoria rivisita mediante il ricordo. Tale testimonianza puo essere decifrata come una raccolta in forma di annotazioni, cronache, riflessioni o frammenti filosofici, o come una monografia erudita su un argomento storico, letterario, scientifico, o altresi come una dissertazione accademica, nella quale il soggetto-referente esamina una questione ed espone il proprio punto di vista. Al memoriale e affidato inoltre il racconto di avvenimenti "memorabili" di cui e protagonista o testimone una pubblica autorita della quale si espongono o si rivelano fatti e spiegazioni a difesa del suo operato. Il testo memorialistico, (2) non essendo facilmente individuabile all'interno di un'area esclusiva, e talvolta incasellato, in base a preclusioni nei confronti delle caratteristiche biunivoche della forma e del contenuto, nei piu svariati canoni letterari, quali l'autobiografia, la diaristica, l'autoritratto, la confessione e il resoconto di viaggio.

Sulla base di queste ed altre osservazioni, la critica tende a mettere in rilievo nel memoriale il carattere di fonte autobiografica, intrisa di latenti sollecitazioni e arcani richiami, dai quali attingere connotazioni sulla vita di uno scrittore o di un personaggio e sull'epoca storica nella quale egli ha vissuto. Dall'esame di singole testimonianze emerge che e imperativo muoversi nell'ambito di temi ed esempi e che ogni tentativo di individuare tutta una serie di opere entro limiti definiti o entro schematiche categorie e pressoche improbo. Si dovra far ricorso a una visione totalizzante, dove non e possibile stabilire rigidi confini fra memoriale, autobiografia, diario, carteggi, epistolari, resoconti e altro. Approssimarsi dunque all'analisi della letteratura memorialistica, significa partire da un punto di vista euristico. Si apre cosi un varco nel labirinto delle considerazioni su opere che presentano concordanti analogie fra loro, ma che si distinguono per una serie di funzioni interne.

Il memoriale: struttura e caratteristiche

Per un'analisi metodologica, e fondamentale rilevare i cardini comuni a tutti i tipi di memoriale, caratteristiche che non si riferiscono solo ai contenuti, ma ad aspetti pragmatici quali, ad esempio, la ricerca dell'essere in se, l'esplicita inclinazione a una naturale soggettivita, la mancanza di un rigido ordine formale, il ricorso alla rimembranza e alle variabili connotazioni temporali che differenziano il memoriale da qualsiasi altro genere letterario. L'attivita della memoria si basa su un vasto numero di processi interdipendenti come la ritenzione, la rievocazione, il riconoscimento, l'immaginazione e persino l'oblio. (3) Ogni evento dissepolto dalla memoria, dall'archeologia del sapere, per usare una metafora di Michel Foucault, appare con una configurazione inedita. Il memoriale postilla un'ipotesi collaborativa di illuminanti diramazioni, dalle sollecitazioni emotive alle aperture interiori, alle circostanze storiche piu remote. Anticipa le attrazioni dell'intimo io nei risvolti incantesimali della natura, fino alla meta della loro ricognizione suprema e si prefigura come un ri-percorso per degustarne il consuntivo, il declino o l'apoteosi di una avventura, cedendo spazio a una memoria sempre piu sfocata e leggendaria. Il testo sorge come riflessione materiata di memoria e di perenne ricreazione di fatti resi "intangibili" ed "evanescenti" nel tempo.

Il memoriale, non essendo considerato un genere letterario a se stante, ma un'opera intrisa di segni prevalentemente autobiografici, spesso si rivela nel suo stadio embrionale come espressione di una organizzazione discontinua di ricordi. …

Search by... Author
Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

Oops!

An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.