Academic journal article Italica

Et in Arcadia Ego: La Nascita Della Tradizione Bibliografica Ariostesca

Academic journal article Italica

Et in Arcadia Ego: La Nascita Della Tradizione Bibliografica Ariostesca

Article excerpt

Abstract: Il saggio ricostruisce la prima fase della tradizione di studi bibliografici sull' Orlando furioso. L'elenco di edizioni del poema pubblicato da Giovan Mario Crescimbeni ne L'Istoria della volgar poesia nel 1698 costituisce la nascita della bibliografia ariostesca. Si traccia, entro il contesto culturale italiano del primo Settecento, l'evoluzione delYIstoria e dei repertori bibliografici che le successive edizioni comprendono, tra il 1698 e il 1714.

Keywords: Ariosto, Orlando furioso, bibliografia, storia del libro, Giovan Mario Crescimbeni, L'Istoria della Volgar Poesia, Giusto Fontanini, Accademia dell'Arcadia, Apostolo Zeno.

**********

Le celebrazioni in atto per il centenario della prima edizione delYOrlando fiirioso partono tutte dal ricordo della grande fortuna dell'opera negli ultimi cinque secoli. Il poema di Ariosto ha esercitato una profonda influenza sulle tradizioni letterarie ed e stato una ricca fonte per le arti figurative, per il teatro e per la musica. La complessa ed articolata ricezione del Furioso e stata a lungo alimentata da uno straordinario successo editoriale. Affermatosi come bestseller subito dopo l'edizione stampata nel 1516 a Ferrara sotto le cure dell'autore, la felice awentura materiale del testo si e tradotta in centinaia di edizioni--oltre duecento soltanto nel sedicesimo secolo. Tale successo ha significato una sterminata presenza del titolo negli strumenti di informazione culturale che costituiscono la bibliografia: cataloghi di biblioteche, inventari di librai ed editori, e tutti i tipi di repertori ed elenchi eruditi generati dalla historia litteraria. Siamo davanti ad un caso eccezionale che rappresenta una preziosa opportunita per lo storico del libro che intenda tracciare la sorte materiale dei testi letterari entro una piu ampia storia della cultura.

Lo studioso, il bibliofilo, il catalogatore o il libraio che oggigiorno voglia fare una ricerca sulla storia editoriale o tipografica dell'Orlando furioso nel primo secolo della sua produzione inizia consultando il Censimento delle edizioni italiane del XVI secolo (EDIT16). Una ricerca per titolo sul catalogo elettronico ha come risultato un elenco di 166 voci per altrettante edizioni integrali del poema ariostesco (1). EDIT16 e limitato al patrimonio librario italiano: con l'eccezione della Citta dei Vaticano e della Repubblica di San Marino, nella banca dati non sono presenti biblioteche estere (2). Inoltre, sul sito stesso si rende chiaro che il database "descrive edizioni stampate tra il 1501 e il 1600 in Italia, in qualsiasi lingua, e all'estero in lingua italiana". Di conseguenza, sono escluse le traduzioni in trancese, spagnolo ed inglese stampate in varie citta europee. Tuttavia, questo elenco di 166 schede rappresenta, nei limiti naturali di qualsiasi catalogo bibliografico, pressoche lo stato attuale della nostra conoscenza della storia editoriale del Furioso nel Cinquecento (3). Testimonianza del rigore catalografico e scientifico con il quale il personale del Censimento svolge il proprio compito, l'elenco ariostesco rappresenta anche qualcosa di meno evidente. Esprime l'apice di una tradizione di studi bibliografici ariosteschi che risale alia fine del Seicento.

Lo studioso, il bibliofilo, il catalogatore o il libraio che nel Settecento voleva avere notizie sulle edizioni del poema si rivolgeva, se vi aveva accesso, a quella pubblicata da Stefano Orlandini nel 1730, per la quale Pier Caterino Zeno, fratello di Apostolo, preparo il "Catalogo dell'edizioni migliori di questo poema" (4). Vengono qui elencate settantaquattro edizioni, sessantuno delle quali cinquecentesche. Per vari decenni il "Catalogo" rappresento lo strumento autorevole di riferimento per i bibliografi del Furioso. Uno dei primi elenchi in qualche modo sistematici delle edizioni del poema, Topera di Zeno fu in realta solo il compimento di una densa stagione di lavorio bibliografico che fu inaugurata nel 1698 da L'Istoria della volgar poesia di Giovan Mario Crescimbeni, in cui l'autore incluse una breve lista di cinque edizioni del Furioso, elenco che poi crebbe nelle successive ristampe dell'opera (5). …

Search by... Author
Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

Oops!

An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.