Academic journal article European Journal of Sustainable Development

Religions and Global Sustainability. A Research Study in Catalonia (Spain)

Academic journal article European Journal of Sustainable Development

Religions and Global Sustainability. A Research Study in Catalonia (Spain)

Article excerpt

1.Il contesto della ricerca

1.1Introduzione

La contribuzione delle religioni allo sviluppo sostenibile non è nuova. Nel 2015 ha avuto una portata senza precedenti nel pubblicarsi l'enciclica Laudato si' di Papa Francesco e la Interfaith Declaration on Climate Change(IDCC), prima del Vertice sul Cambiamento Climatico COP21 a Parigi. La Dichiarazione raccoglie i principi condivisi da tutte le religioni del mondo e dà fondamento al contributo delle religioni allo sviluppo sostenibile (IDCC, 2015). Questa responsabilità delle religioni verso la cura del pianeta e dei suoi abitanti non si è manifestata solo nel terreno teorico e delle dichiarazioni d'intenzioni, ma si è tradotto spesso in azioni concrete che contribuiscono alla sostenibilità integrale. Malgrado tutto, questo contributo è ancora poco visibile.

Secondo gli ultimi informi globali in materia di coesione sociale e sostenibilità il contesto mondiale odierno non ha precedenti. Rapporti scientifici come il Climate change: Synthesis Report (IPCC, 2014) raccolgono prove scientifiche sull'aumento della temperatura che sta producendo il cambiamento climatico, con gravi conseguenze economiche e sociali per le popolazioni umane e gli ecosistemi. I rapporti elaborati dal Fondo Mondiale per la Natura (WWF, 2012 e 2014) rendono palese il fatto che consumiamo beni e produciamo residui ad un ritmo molto più accelerato di quanto la Terra possa generare e supportare. Dalla Rivoluzione Industriale ad oggi sono aumentati i livelli di CO2 atmosferico e fin dagli anni sessanta del secolo scorso ci sono problemi d'inquinamento e di esaurimento delle risorse naturali. Nel XXI secolo questi problemi si sono globalizzati e hanno acquistato dimensioni planetarie.

Di fronte a queste situazioni i leader religiosi hanno firmato diverse dichiarazioni chiedendo il rispetto del pianeta, la mitigazione del cambiamento climatico e la pace a livello mondiale. Queste attuazioni non sono state visibili, mentre i mass media negli anni 2014 e 2015 hanno diffuso notizie ed immagini su atti di terrorismo presuntamente religioso. Spesso si pensa alle religioni come elementi di conflitto, di confrontazione sociale e anche come fenomeni legati alla violenza (nel caso specifico di alcuni gruppi fondamentalisti).

In questo articolo intendiamo presentare un modello pratico (concretamente un Osservatorio avviato sulla base di una ricerca empirica) per far diventare più visibili le azioni delle entità religiose in favore dello sviluppo sostenibile. L'Osservatorio ha una base territoriale limitata: la Catalogna (Spagna). Siamo convinti che i risultati sono perfettamente estrapolabili ad altri luoghi, regioni e paesi. Si prendono come punto di partenza le diverse dimensioni dello sviluppo sostenibile e si mettono in rapporto con le attività realizzate per le entità religiose in modo che si possa quantificare in qualche misura il contributo delle religioni alla sostenibilità.

Si tiene anche conto delle convergenze esistenti tra le diverse religioni nei confronti dello sviluppo sostenibile quale scopo comune. In questo senso l'Osservatorio che presentiamo vuole anche contribuire al dialogo interreligioso e alla pace. Lo studio delle convergenze tra religioni in ciascuno degli ambiti prioritari dello sviluppo sostenibile (ad esempio la promozione dei diritti umani, la riduzione della povertà o l'educazione, tra gli altri) apre nuovi orizzonti per il dialogo interreligioso poiché si fonda in elementi che sono comuni a tutte le persone indipendentemente dalle loro credenze. Questo dialogo è un cammino che puô contribuire in modo efficace allo sviluppo umano e alla pace delle nostre società.

1.2Cornice teórica

Una parte importante della letteratura scientifica internazionale che si è occupata del rapporto tra religione e sostenibilità si è focalizzata nello studio del rapporto tra religioni e ambiente (Boyd, 1999; Gottlieb, 2006; Grim&Tucker, 2014; Djupe, 2010; Hunt, 1999; Sherkat, 2007; Reuter, 2015; Tucker, 2008 e White, 1967) e anche nel rapporto tra religioni e cambiamento climatico (Brown, 2013 e Wolf, 2009). …

Search by... Author
Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

Oops!

An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.