Autobiografia E Struttura Nel Mezzo Delle Rime Sparse

By Morena, Antonio | Italica, Summer 2005 | Go to article overview

Autobiografia E Struttura Nel Mezzo Delle Rime Sparse


Morena, Antonio, Italica


Omnia in mensura et numero et pondere disposuisti (Liber Sapientiae XI: 21)

La vicenda editoriale del Canzoniere ci ha lungamente dimostrato la rilevanza dei singoli testi ordinati poi in un libro organico. I recenti interventi condotti sulla loro precisa trascrizione e sistemazione in ordine su un supporto materiale hanno apportato altre novita al tavolo di discussione. (1)

Le pagine seguenti cercheranno di chiarire questa strategia critica. Il punto di partenza sara la verifica di elementi (2) che rilevano il rapporto tra "voce" e "storia." Questo nesso sara poi confrontato con elementi attinenti alla grafia dell'autore (nella trascrizione dei testi) e la struttura (propriamente codicologica) del libro. In altre parole,

[ILLUSTRATION OMITTED]

Intendo considerare (in un unico blocco) due sonetti sistemati nel mezzo delle rime sparse, Rvf 132 e Rvf 315, come catalizzatori in questa ricerca. La lettura di questi due componimenti, nel contesto della creazione del Canzoniere, vorrebbe gettare luce sul modo in cui l'autore, a mo' di notaio, (3) documento con le sue mani i piu significativi e straordinari sviluppi della propria vita.

In Rvf 315 Francesco Petrarca ricorda che, giunto alla meta della sua vita, sognava di poter finalmente parlare con Laura in piena tranquillita. Questo sogno si dissolse con la morte di Laura proprio nel momento in cui i due amanti stavano per giungere, insieme, ad un'intesa reciproca.

La tradizione critica si e soffermata sia sulla raffinatezza dell'espressione poetica, sia sulla maniera propriamente tecnica impiegata dal poeta nella stesura del componimento. (4) Se scrutiamo il sonetto attentamente, possiamo rilevare alcune contrapposizioni precise.

   Tutta la mia fiorita et verde etade
   passava, e 'ntepidir sentia gia 'l foco
   ch'arse il mio core, et era giunto al loco
   ove scende la vita ch'al fin cade. (315, 1-4)

Nella prima quartina Petrarca mette la giovinezza accanto alla vecchiaia, momento in cui il fuoco dei sensi incomincia a perdere quella vitalita che possedeva nella verde etade. Questa giustapposizione e resa ancor piu concreta attraverso l'immagine tradizionale dell'arco della vita: figura tradizionalmente associata al sistema delle eta dell'uomo. Ora, leggiamo nei versi riportati che nel momento della morte di Laura il poeta si trovava al punto supremo di quest'arco dal quale poi la vita stessa scende verso la morte.

Nella seconda quartina notiamo che oramai Laura incominciava a rassicurarsi sulle intenzioni di Francesco. La sua dolce honestade trasformava in gioia tutte le pene acerbe (di un tempo) del poeta:

   Gia incominciava a prender securtade
   la mia cara nemica a poco a poco
   de' suoi sospetti, et rivolgeva in gioco
   mie pene acerbe sua dolce honestade. (315, 5-8)

La quartina descrive, e stato detto, un momento d'intiepidimento della passione. Si avvicina l'istante in cui la vecchiaia si scontra con i desideri amorosi ed e concesso agli amanti sedersi e parlare:

   Presso era 'l tempo dove Amor si scontra
   con Castitate, et agli amanti e dato
   sedersi insieme, et dir che lor incontra. (315, 9-11)

Li giunse la Morte a mezza strada: impietosa, sicura, ed invidiosa quando questa speranza non si era ancora realizzata. Il riferimento testuale e nella seconda terzina:

   Morte ebbe invidia al mio felice stato,
   anzi a la speme; et feglisi a l'incontra
   a mezza via come nemico armato. (315, 12-14)

La Morte, scrive Petrarca, sopraggiunse a mezza via come nemico armato prima che il felice stato descritto ai vv. 9-11 si realizzasse.

Il sintagma mezza via puo segnalarci qualcosa di nuovo se pensiamo alla struttura del Canzoniere. La seconda parte (in morte) incomincia con la canzone 264, I' vo pensando, e finisce con la canzone 366, Vergine bella. Abbiamo dunque 102 componimenti (366-264=102). …

The rest of this article is only available to active members of Questia

Already a member? Log in now.

Notes for this article

Add a new note
If you are trying to select text to create highlights or citations, remember that you must now click or tap on the first word, and then click or tap on the last word.
One moment ...
Default project is now your active project.
Project items
Notes
Cite this article

Cited article

Style
Citations are available only to our active members.
Buy instant access to cite pages or passages in MLA 8, MLA 7, APA and Chicago citation styles.

(Einhorn, 1992, p. 25)

(Einhorn 25)

(Einhorn 25)

1. Lois J. Einhorn, Abraham Lincoln, the Orator: Penetrating the Lincoln Legend (Westport, CT: Greenwood Press, 1992), 25, http://www.questia.com/read/27419298.

Note: primary sources have slightly different requirements for citation. Please see these guidelines for more information.

Cited article

Autobiografia E Struttura Nel Mezzo Delle Rime Sparse
Settings

Settings

Typeface
Text size Smaller Larger Reset View mode
Search within

Search within this article

Look up

Look up a word

  • Dictionary
  • Thesaurus
Please submit a word or phrase above.
Print this page

Print this page

Why can't I print more than one page at a time?

Help
Full screen
Items saved from this article
  • Highlights & Notes
  • Citations
Some of your highlights are legacy items.

Highlights saved before July 30, 2012 will not be displayed on their respective source pages.

You can easily re-create the highlights by opening the book page or article, selecting the text, and clicking “Highlight.”

matching results for page

    Questia reader help

    How to highlight and cite specific passages

    1. Click or tap the first word you want to select.
    2. Click or tap the last word you want to select, and you’ll see everything in between get selected.
    3. You’ll then get a menu of options like creating a highlight or a citation from that passage of text.

    OK, got it!

    Cited passage

    Style
    Citations are available only to our active members.
    Buy instant access to cite pages or passages in MLA 8, MLA 7, APA and Chicago citation styles.

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences." (Einhorn, 1992, p. 25).

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences." (Einhorn 25)

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences." (Einhorn 25)

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences."1

    1. Lois J. Einhorn, Abraham Lincoln, the Orator: Penetrating the Lincoln Legend (Westport, CT: Greenwood Press, 1992), 25, http://www.questia.com/read/27419298.

    Cited passage

    Thanks for trying Questia!

    Please continue trying out our research tools, but please note, full functionality is available only to our active members.

    Your work will be lost once you leave this Web page.

    Buy instant access to save your work.

    Already a member? Log in now.

    Search by... Author
    Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

    Oops!

    An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.