Tiziana De Rogatis. Elena Ferrante. Parole Chiave

By Lucamante, Stefania | Italica, Fall 2018 | Go to article overview

Tiziana De Rogatis. Elena Ferrante. Parole Chiave


Lucamante, Stefania, Italica


Tiziana de Rogatis. Elena Ferrante. Parole chiave. Roma: Edizioni e/o, 2018.

Senza alcuna campagna editoriale di grande clamore, il romanzo L'Amica geniale (2011) di Ferrante si e assicurato un posto nella letteratura internazionale, ha fatto guadagnare alia sua autrice una collaborazione con The Guardian, e ha dato vita a una serie televisiva. La sua pubblicazione ha sollecitato 1'interesse da parte di vari/e studiosi/ e della stampa. Oltre a vari studi di taglio accademico, le pagine di questa saga plurifamiliare che, nel frattempo, andavano moltiplicandosi fino ad arrivare, appunto, alia pubblicazione di quattro libri, hanno contribuito a rinnovare un grande interesse per la cultura italiana come per la situazione femminile narrativizzata dal dopoguerra in poi. Contro la filigrana della tetralogia si rivalutano oggi i precedenti lavori di Ferrante, i tre romanzi e il libro per bambini; si rileggono freneticamente la sua corrispondenza con Mario Martone cosi come le sue affermazioni nella prima e nella seconda versione di La frantumaglia. Intervistata ovunque, Ferrante rifiuta di denunciare la propria identita che non sia quella che il suo nome d'arte, Elena Ferrante, le concede. Il mondo la deve conoscere per i suoi lavori e per la sua scrittura. Questo il limite e la gloria, se vogliamo, di quest'autrice. Superfluo affermare che il suo drastico rifiuto di denunciare un'identita esterna a quella del suo mondo fa si che si riaccenda la querelle da tempo sopita circa il suo nome anagrafico. Mario Baudino la cita come esempio di pseudonimo e quel che un autore di questo fa nel suo brillante studio sui nomi d'arte e lo scrittore Tiziano Scarpa critica Ferrante per aver firmato petizioni con il suo nome d'arte. Insomma, ci sarebbe materiale d'analisi per anni soltanto per questo aspetto del successo di Elena Ferrante. Nell'appassionante studio Elena Ferrante. Parole chiave, Tiziana de Rogatis non si fa irretire da tali discorsi e cerca di dipanare, invece, la matassa della ricezione e del consenso di pubblico internazionale cosi massiccio tributad a Ferrante. Un libro ambizioso e senz'altro riuscito nelle sue intenzioni di essere divulgativo ma comunque puntuale nelle sue citazioni e affermazioni, Elena Ferrante. Parole chiave presenta con grande acume e con una narrazione altrettanto stimolante e piacevole le ragioni del successo internazionale della scrittrice italiana legate principalmente alia ferocia con cui Ferrante decostruisce sia strutturalmente che tematicamente il romanzo familiare.

"Forse oggi abbiamo tutti bisogno che l'arcaico sociale e di genere del nostro contemporaneo e del nostro quotidiano emerga non attraverso un pensiero filosofico o saggistico, ma attraverso una storia. E che infine questa storia si fondi su un evento umano universalmente vissuto e sentito, un evento finalmente visibile nella forma letteraria e nel nostro immaginario: l'amicizia tra due donne" (24). La tesi di de Rogatis e fondamentalmente appunto questa: il passato come il rimosso prendono corpo nella compresenza di vari elementi interni e esterni al nucleo familiare in cui si e formata la protagonista Elena e al quartiere in cui ha vissuto fino al suo ingresso all'universita. La storia e il desiderio di seguirla nel suo percorso che scava a ritroso ne crea un'altra, quella di Lila, la cui storia non puo esistere senza quella della sua migliore amica, e la cui continua presenza/assenza nella narrazione funziona da catalizzatore per la storia stessa raccontataci da Elena. Un fondamentale rovesciamento strutturale e linguistico si pone come necessario per far si che un romanzo, anzi quattro, possano esprimere il punto di vista femminile legato alia trasposizione narrativa dell'esistenza di due donne. Seguiamo, quindi, la mappatura disegnata da de Rogatis per capire meglio gli aspetti universali dei personaggi. Le parole chiave che la studiosa ci suggerisce costituiscono altrettante aree semantiche su cui de Rogatis si sofferma per sottolineare il valore e l'originalita del segno ferrantiano. …

The rest of this article is only available to active members of Questia

Already a member? Log in now.

Notes for this article

Add a new note
If you are trying to select text to create highlights or citations, remember that you must now click or tap on the first word, and then click or tap on the last word.
One moment ...
Default project is now your active project.
Project items
Notes
Cite this article

Cited article

Style
Citations are available only to our active members.
Buy instant access to cite pages or passages in MLA 8, MLA 7, APA and Chicago citation styles.

(Einhorn, 1992, p. 25)

(Einhorn 25)

(Einhorn 25)

1. Lois J. Einhorn, Abraham Lincoln, the Orator: Penetrating the Lincoln Legend (Westport, CT: Greenwood Press, 1992), 25, http://www.questia.com/read/27419298.

Note: primary sources have slightly different requirements for citation. Please see these guidelines for more information.

Cited article

Tiziana De Rogatis. Elena Ferrante. Parole Chiave
Settings

Settings

Typeface
Text size Smaller Larger Reset View mode
Search within

Search within this article

Look up

Look up a word

  • Dictionary
  • Thesaurus
Please submit a word or phrase above.
Print this page

Print this page

Why can't I print more than one page at a time?

Help
Full screen
Items saved from this article
  • Highlights & Notes
  • Citations
Some of your highlights are legacy items.

Highlights saved before July 30, 2012 will not be displayed on their respective source pages.

You can easily re-create the highlights by opening the book page or article, selecting the text, and clicking “Highlight.”

matching results for page

    Questia reader help

    How to highlight and cite specific passages

    1. Click or tap the first word you want to select.
    2. Click or tap the last word you want to select, and you’ll see everything in between get selected.
    3. You’ll then get a menu of options like creating a highlight or a citation from that passage of text.

    OK, got it!

    Cited passage

    Style
    Citations are available only to our active members.
    Buy instant access to cite pages or passages in MLA 8, MLA 7, APA and Chicago citation styles.

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences." (Einhorn, 1992, p. 25).

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences." (Einhorn 25)

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences." (Einhorn 25)

    "Portraying himself as an honest, ordinary person helped Lincoln identify with his audiences."1

    1. Lois J. Einhorn, Abraham Lincoln, the Orator: Penetrating the Lincoln Legend (Westport, CT: Greenwood Press, 1992), 25, http://www.questia.com/read/27419298.

    Cited passage

    Thanks for trying Questia!

    Please continue trying out our research tools, but please note, full functionality is available only to our active members.

    Your work will be lost once you leave this Web page.

    Buy instant access to save your work.

    Already a member? Log in now.

    Search by... Author
    Show... All Results Primary Sources Peer-reviewed

    Oops!

    An unknown error has occurred. Please click the button below to reload the page. If the problem persists, please try again in a little while.